CERVO TI STREGA: LA GRANDE LETTERATURA NELLA CITTà CHE LEGGE

Borgo degli artisti, ma anche borgo degli scrittori. Cervo consolida una tradizione inaugurata grazie a Orsola Nemi ed Henry Furst nel secondo Novecento, e portata avanti da Pietro Citati, autore legato a Cervo tanto da dedicare al borgo intense pagine del suo Elogio del pomodoro

Non potrebbe mancare, anche per l’estate 2022, l’ormai consueto appuntamento a Cervo con il premio letterario più prestigioso d’Italia, il Premio Strega, realizzato grazie alla collaborazione con la Fondazione Bellonci.
Cervo ti Strega, alla nona edizione 2022, introduce quest’anno una formula rinnovata. Sabato 18 giugno la Piazza dei Corallini accoglierà l’appuntamento con gli autori finalisti del Premio Strega. Storie e pagine torneranno così a rendere stregata la sera estiva sulla Piazza dei Corallini affacciata sul mare, una tappa parte del tour nazionale che vedrà gli autori ospiti in tutta Italia. Quest’anno per la prima volta nella storia del Premio, hanno avuto accesso alla finale sette libri anziché cinque, due ex aequo al quinto posto, mentre il settimo in virtù del regolamento che vuole un libro pubblicato da un editore medio-piccolo.
Ancora non sono noti i nomi degli scrittori: per conoscere la cinquina finalista bisognerà aspettare la proclamazione che si svolgerà l’
8 giugno a Benevento

Anche quest’anno Cervo ti Strega si conferma una realtà didattica significativa nelle scuole della Provincia coinvolte nei lavori della giuria del Premio Strega Giovani.
Come da tradizione, tra i protagonisti della serata del 18 giugno di
Cervo ti Strega ci saranno anche gli studenti lettori di alcuni istituti superiori della provincia di Imperia, nonché del Liceo Parini di Milano, entrati a far parte della prestigiosa giuria nazionale.

Il 2 luglio, infine, Cervo ti Strega tornerà sul sagrato dei Corallini per una serata in compagnia di Antonio Scurati, autore vincitore del Premio Strega nel 2019, che dialogherà con Laura Suardi, insegnante al Liceo Parini di Milano e traduttrice dai classici, e con Francesca Rotta Gentile, ideatrice e curatrice di Cervo ti Strega.
La serata approfondirà il lavoro di Scurati. Si parlerà dei primi due romanzi dedicati al fascismo e a Benito Mussolini, parte di una tetralogia in corso di pubblicazione per Bompiani: “M. Il figlio del secolo” – uscito nel 2018, in vetta alle classifiche per due anni consecutivi, vincitore del Premio Strega 2019, in corso di traduzione in quaranta paesi, diventato uno spettacolo teatrale e una serie televisiva di prossima realizzazione – e “M. L’uomo della provvidenza“, del 2020.
Ci sarà spazio, inoltre, anche per l’ultimo volume di saggistica pubblicato da Antonio Scurati sempre per Bompiani: “Guerra. Il grande racconto delle armi da Omero ai giorni nostri“, una potente riflessione sul racconto della guerra nella civiltà occidentale, dall’archetipo dell’eroe fino all’(in)esperienza dei guerrieri da salotto, dalle battaglie epiche fino all’invasione russa dell’Ucraina.
La serata del 2 luglio di Cervo ti Strega sarà arricchita da intermezzi musicali di due giovani promesse della musica classica, le pianiste ucraine Diana Dvalishvili e Daniella Dvalishvili, rispettivamente 10 e 7 anni, che si esibiranno in un repertorio curato dal loro docente del Conservatorio di Pesaro che include musiche di Bach, Chopin, Berkovich, Eckestein e Kheveliv.

Cervo ti Strega vanta, tra gli altri, il Patrocinio del Ministero della Cultura.

I biglietti sono acquistabili online – è necessario entrare in nel servizio WebTic, registrandosi o accedendo via Facebook o Google, oppure la sera stessa dell’evento, in loco.

There are no upcoming events at this time