DA FABIO CONCATO A GIUSEPPE GIBBONI: I GRANDI ARTISTI DEL FESTIVAL 2022

I grandi esponenti della musica da camera, gli ensemble più prestigiosi, i giovani talenti, le promesse della Classica e vincitori dei concorsi internazionali, il jazz d’autore ma anche un “monumento” della canzone italiana, Fabio Concato: sono questi gli artisti che calcheranno dal 15 luglio al 29 agosto 2022 il 59° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, in una straordinaria unione fra musica, canzone d’autore, poesia, teatro, ambiente, ecosostenibilità ed esperienze immersive.

La “punta di diamante” del 59° Festival di Cervo: Fabio Concato

Sicuramente uno degli artisti più significativi dell’edizione 2022 del Festival di Cervo sarà rappresentata da Fabio Concato.

Fabio Concato è un grande interprete della musica d’autore italiana. L’artista crede ancora nella poesia adagiata su armonie non banali che hanno, a tratti, una “stretta familiarità” con il jazz. Nel corso degli anni, Fabio Concato ha saputo ritagliarsi uno spazio importante per le sue canzoni, narrando in modo molto personale le piccole grandi storie della quotidianità.

Nel lungo viaggio dal 1977 ad oggi, il pubblico ha subito compreso di avere a che fare con un autore elegante qual è Fabio Concato, capace di grande autoironia, sempre attento alle tematiche ambientali, sociali e civili. Le sue canzoni sono entrate nella storia della musica italiana, cristallizzando emozioni e versi entrati nell’immaginario collettivo dopo oltre 40 anni di carriera.

Domenica bestiale“, “Fiore di Maggio“, “Guido piano“, “Rosalina“, “051222525“, “Sexy tango“, “Gigi“: queste sono solo alcune delle canzoni del recital che proporrà venerdì 26 agosto sul Sagrato dei Corallini assieme a Ornella D’Urbano, pianoforte, tastiere e Larry Tomassini, chitarra. Un concerto improntato sulla musica e sulla parola, un bel viaggio al centro del cuore e della mente.

I giovani del Festival: Giuseppe Gibboni, Anton Gerzenberg, Dmitry Smirnov

Una parte importante del programma del 59° Festival sarà dedicata alla valorizzazione dei giovani talenti e delle personalità “under – 35” più significative della scena musicale italiana e internazionale, vincitori dei principali concorsi internazionali.

Lunedì 29 agosto Il Sagrato dei Corallini accoglierà il violinista Giuseppe Gibboni, vincitore del 2021 del Primo Premio Paganini. A questo trionfo si aggiungono, inoltre, il premio speciale per la miglior esecuzione del concerto di Paganini, il premio speciale per il maggior riconoscimento da parte del pubblico e il premio speciale per la miglior interpretazione dei Capricci di Paganini. Nel 2017 Giuseppe Gibboni ha ricevuto un riconoscimento della Camera dei Deputati dalla Presidente Laura Boldrini in occasione della Giornata Nazionale della Musica. Per il 59° Festival di Cervo il giovane violinista incontrerà il pianista Fabio Silvestro.

Ancora una volta, il Festival unirà le forze con il prestigioso Concorso Pianistico Géza Anda di Zurigo, nella cui edizione 2021 il pianista Anton Gerzenberg ha conseguito il Primo Premio Assoluto.

Inoltre, il 59° Festival di Cervo collaborerà con Bayerischer Rundfunk – Internationaler Musikwettbewerb der ARD Munchen per una serata che introdurrà martedì 2 agosto il violinista Dmitry Smirnov assieme al pianista Dario Bonuccelli. Secondo Premio all’Internationaler Musikwettbewerb der ARD Munchen 2021, Dmitry Smirnov ha vinto, tra altri, i concorsi internazionali “Yehudi Menuhin” (2° Premio 2008), “Tibor Varga” (1° Premio 2015), “Interprétation Musicale” (1° Premio 2017), “Rotary Excellence” (1° Premio 2017) e Concours international Long-Thibaud-Crespin.

La residenza artistica di Sergey Tanin e del 3D Trio

Nato con spirito residenziale fin dalla sua fondazione, il Festival di Cervo tornerà nel 2022 a ospitare musicisti in residenza, un’opportunità di formazione e crescita che avrà per protagonista il pianista Sergey Tanin, il pianista siberiano, classificatosi terzo al Premio e Audience prize Concours Géza Anda Zurich nel 2018. Sergey Tanin è vincitore di diversi concorsi in Russia, Finlandia e Germania, al Concorso pianistico di Brema, e nel 2020 è risultato vincitore del premio del pubblico al KlavierOlymp all’interno della Bad Kissinger Sommer 2020. Nello stesso anno l’emittente televisiva svizzera SRF ha prodotto e trasmesso il film documentario “Sergey Tanin – The Pianist who came from the Cold“. Sergey Tanin si esibirà con il 3D Trio sulla piazza dei Corallini lunedì 16 agosto, in collaborazione con Levanto Music Festival – Massimo Amfiteatrof, e con il FAI Liguria. L’artista sarà in concerto anche venerdì 19 agosto in collaborazione con la GOG – Giovine Orchestra Genovese. Parte del programma di residenza artistica cervese coinvolgerà inoltre il borgo di Lingueglietta, ospitando il 3D Trio giovedì 18 agosto.

Ecosostenibilità, inclusività, green: concerto a zero impatto ambientale, fruizione esperienziale, candle-light concert

In un’ottica di sostenibilità e di valorizzazione di valorizzazione culturale del borgo di Cervo, cardine del progetto “Lento – Cervo borgo di cultura sostenibile”, il 59° Festival di Cervo offrirà inedite esperienze immersive e fortemente legate al tema dell’ecosostenibilità.

Lo spettacolo di domenica 24 luglio al Parco del Ciapà, dedicata alle musiche del Marocco, ospiterà il collettivo Gnawa Bambara che si esibirà in “Musicycle, un concerto a zero impatto ambientale. Si tratterà di un’esperienza insieme educativa e ambientale: l’impianto di amplificazione del concerto verrà, infatti, alimentato dalla pedalata di dieci biciclette che potranno essere cavalcate dal pubblico per produrre l’energia necessaria. La serata si svolgerà in collaborazione con l’Associazione Echo Art – Festival del Mediterraneo e l’Associazione Fiab Tigullio Vivinbici APS.

Il concerto nella Chiesa dei Corallini di martedì 19 luglio, con protagonisti l’organista Mario Ciferri e il Genova Vocal Ensemble diretto da Roberta Paraninfo, vedrà l’edificio valorizzato con un disegno luci immersivo e site-specific appositamente studiato per dare risalto alle architetture e agli artisti.

Un mese dopo, domenica 21 agosto, il Festival proporrà un viaggio nelle atmosfere medioevali. All’Oratorio di Santa Caterina si esibirà l’ensemble Ring Around Quartet conGioco di voci, serata dedicata alla musica del Cinquecento e Seicento. Sarà un Candle light concert, uno spettacolo a lume di candela, che consentirà al pubblico di vivere un’esperienza suggestiva e vedere l’Oratorio così come doveva apparire secoli fa. 

Il camerismo d’eccellenza: gli ensemble del Festival 2022

Martedì 26 luglio la Piazza dei Corallini ospiterà il concerto del Quartetto d’archi Van Kuijk, realizzato in collaborazione con Società dei concerti La Spezia – Festival Paganiniano di Carro. Fondato nel 2012 a Parigi, il Quartetto Van Kuijk ha vinto nel 2015 il Primo premio al Concorso internazionale per quartetto d’archi della Wigmore Hall di Londra, nel quale si è pure aggiudicato i due premi speciali per la miglior esecuzione di opere di Beethoven e di Haydn.

Il Wooden Elephant String Quintet proporrà martedì 23 agosto una serata dedicata alla sperimentazione musicale con lo spettacolo “From Boccherini to Björk. Wooden Elephant è un quintetto d’archi specializzato in contemporary classic, che dedica parte della propria attività alla re-immaginazione e rivisitazione di alcuni album di musica elettronica, riproposto al riguardo nella sua interezza sotto forma di suite strumentali totalmente acustiche.

In un obiettivo di valorizzazione del talento giovanile, il Festival di Cervo ha richiesto e commissionato alla Scuola di Musica di Fiesole uno spettacolo in grado di affiancare sul palco un artista senior prescelto tra i docenti della Scuola assieme a una formazione cameristica composta da studenti.
Alexander Lonquich, Direttore Artistico della Scuola di Fiesole, incontrerà, quindi, venerdì 5 agosto il Quartetto d’archi Shaborùz, recente vincitore del Concorso Internazionale “Piero Farulli” per quartetti d’archi junior.

Jazz e dintorni

Da sempre componente fondamentale dei suoi cartelloni, il jazz di alto livello farà capolino al 59° Festival di Cervo 2022 con il concerto del Trio formato da Dado Moroni, Rosario Bonaccorso e Nicola Angelucci. Il concerto Tre come noi sarà accolto venerdì 12 agosto in Piazza dei Corallini.

Il cartellone del Festival si aprirà, invece, venerdì 15 luglio, in Piazza dei Corallini, con uno spettacolo jazz che vedrà protagonista il cubano Omar Sosa affiancato dalle percussioni di Ernesttico nel duo B-Black. Le radici afrocubane di Omar Sosa ed Ernesto Rodríguez Guzmán in arte Ernesttico si uniscono in B-Black, progetto musicale da poco sbocciato che porta in scena due musicisti di calibro internazionale. Genio musicale, polistrumentista, Omar Sosa è un punto di riferimento per il jazz internazionale. La sua grande capacità d’improvvisazione e la vastità di esperienze musicali incontrate nel suo percorso, dalla musica etnica dell’Ecuador e di altre terre del Sudamerica fino alla trance music gnawa del Marocco e ancora alle tradizioni spirituali yoruba, rendono ogni concerto dal vivo un’esperienza unica.

Teatro musicale: “Viaggio al termine della notte” e “La poesia vola!”

Il 59° Festival di Cervo 2022 presenterà, come da tradizione nei suoi cartelloni, alcuni momenti di grande teatro musicale.

Venerdì 29 luglio, in collaborazione con il Festival Borgate dal Vivo, salirà sul palco dei Corallini Elio Germano, protagonista di “Viaggio al Termine della Notte, spettacolo liberamente ispirato al capolavoro di Louis Ferdinand Céline, con un accompagnamento dal vivo e di musica elettronica che avrà tra i principali interpreti Teho Teardo. Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Elio Germano, Teardo ripercorrerà musicalmente alcuni frammenti del “Viaggio” restituendo, in una partitura inedita, la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura che ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione di archi, chitarra e live electronics.

Domenica 31 luglio il Parco del Ciapà farà da cornice a un inedito appuntamento per i bambini. “La Poesia vola!, spettacolo di musica e teatro accoglierà Roberto Piumini, uno dei più noti e importanti scrittori di testi per l’infanzia, e Nadio Marenco alla fisarmonica. “La Poesia vola!” condurrà il pubblico in mezzo alla natura per un’esperienza immersiva in un angolo di macchia mediterranea. Il Parco del Ciapà sarà raggiungibile con una passeggiata attraverso un sentiero sterrato (circa 20 minuti), mentre al termine dello spettacolo è prevista una camminata esperienziale per bambini dal Parco al borgo di Cervo.

SCOPRI IL 59° FESTIVAL DI CERVO 2022

Box Festival di Cervo 2022

PROGRAMMA COMPLETO 59° FESTIVAL 2022

Scopri il programma completo della 59° edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo

Orchestra Sinfonica Sanremo_Festival di Cervo

BIGLIETTERIA

Acquista in piena sicurezza il tuo biglietto per gli appuntamenti del Festival